studio TOMA

Autoimprenditorialita’ – Agevolazioni nuove imprese a tasso zero

Domande dal 13 gennaio 2016 come avere le agevolazioni

ImpresePer la misura “Nuove imprese a tasso zero”, in vista dell’apertura del bando prevista per il 13 gennaio 2016, INVITALIA ha pubblicato on line la documentazione per richiedere le agevolazioni.

Potranno presentare domanda di agevolazione:

  • le micro e piccole imprese costituite in forma societaria da non più di 12 mesi, comprese le cooperative, la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà dei soci e delle rispettive quote di partecipazione, dagiovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni e/o da donne;
  • le persone fisiche che intendono costituire una società purché, entro 45 giorni dopo aver ricevuto la comunicazione di ammissione alle agevolazioni, dimostrino l’avvenuta costituzione della società e il possesso dei requisiti.

Saranno ammissibili alle agevolazioni i progetti d’impresa, di importo non superiore a 1,5 milioni di euro, relativi a:

  • produzione di beni nei settori dell’industria e dell’artigianato;
  • trasformazione dei prodotti agricoli;
  • servizi alle imprese;
  • servizi alle persone;
  • commercio di beni e servizi;
  • turismo;
  • attività turistico-culturali, intese come attività finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza;
  • innovazione sociale, intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche attraverso soluzioni innovative.

Le agevolazioni, concesse nei limiti del regolamento de minimis, consistono in un finanziamento a tasso zero delladurata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali.
Le imprese dovranno garantire la restante copertura finanziaria e realizzare gli investimenti entro 24 mesi dalla firma del contratto di finanziamento.

La richiesta di finanziamento può essere inviata dal 13 gennaio 2016 (a partire dalle ore 12.00) esclusivamente on line, registrandosi e accedendo all’area riservata che sarà disponibile sul sito web di INVITALIA. Sarà così possibile compilare la domanda, caricare il piano d’impresa e la documentazione da trasmettere attraverso la procedura informatica.
Per presentare la domanda è necessario avere un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC).
Non saranno adatte le PEC governative (quelle con estensione @pec.gov.it).
Sull’argomento, segnaliamo l’emanazione, da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, della Circolare 23 dicembre 2015, n. 100585, con la quale vengono forniti chiarimenti e precisazioni alla precedente circolare 9 ottobre 2015, n. 75445,  in merito ai termini e Alle modalità di presentazione delle domande di agevolazione.

Per saperne di più e per scaricare la modulistica necessaria clicca qui.
Per scaricare il testo della circolare ministeriale clicca qui.

 

fonte: ateneoweb.com